Motocicliste
 
Login | Registrati |condividi su  

home page

La prima moto
come sceglierla
I modelli
quali le moto più adatte per cominciare
Le modifiche
- le prime difficoltà e come possiamo adattare la moto alle nostre esigenze
- Il cavalletto Ducati

Le nostre prove
ecco le moto che abbiamo provato

Database moto
il catalogo con dati e foto delle moto più diffuse

Meccanica 
corsa, alesaggio, pistoni...
Noleggio
Dove noleggiare una moto
Usato
suggerimenti per l'acquisto di moto usate

Accessori
curiosità

Carrelli e furgoni
cosa scegliere se si ha necessità di trasportare la propria moto?
Parcheggio
Bikeshuttle: il modo semplice di parcheggiare la moto in spazi ridotti

Moto: SUZUKI SIXTEEN

SUZUKI SIXTEEN
UN NUOVO CONCORRENTE NEL MERCATO DEGLI SCOOTER A RUOTA ALTA

SUZUKI SIXTEENSi allarga sempre di più la scelta della gamma degli scooter a ruote alte, pratici e maneggevoli per girare in città. Questa volta è casa Suzuki a presentare un nuovo prodotto, lanciando sul mercato il “Sixteen”, proposto in due versioni: 125 cc e 150 cc. La ricetta è semplice ma promette bene: il mezzo ha prestazioni brillanti, è funzionale e leggero se pur non particolarmente attraente. Uno scooter adatto a qualsiasi tipo di pubblico urbano, anche se il nome del nuovo veicolo allude forse ad un preciso target d’età oppure semplicemente all’animo giovanile che lo caratterizza.

Il Sixteen è uno scooter a “ruote alte” senza compromessi: 16 pollici di diametro sia per la ruota anteriore che per quella posteriore e l’altezza della sella da terra è di ben 800 mm. Eppure le dimensioni dello scooter non mettono a disagio e in mezzo al traffico, tra le soste e i movimenti a singhiozzo, si “sgattaiola” con estrema facilità: il mezzo è equilibrato e leggero. La seduta è comoda, ergonomicamente corretta, anche se la sella all’estremità si fa più dura a discapito di coloro che guidano con una posizione più avanzata.
La strumentazione permette una lettura semplice e rapida con una particolarità accattivante: un piccolo display digitale che mostra non solo l’ora e il kilometraggio parziale, ma anche il numero di km mancanti all’effettuazione del prossimo tagliando: un promemoria utilissimo che compare ad ogni accensione del mezzo!
Altrettanto funzionale la “paratia antimanomissione” disposta sul blocchetto della serratura dello scooter: si tratta di un sistema studiato per scoraggiare la forzatura del blocchetto della chiave e consiste in una paratia in acciaio che scende a coprire la serratura, come una palpebra sull’occhio...La paratia è inseribile e rimovibile unicamente con la combinazione magnetica inclusa nella chiave dello scooter.
Il design del Sixteen non riserva alcuna sorpresa. Nel guardarlo la prima volta noterete subito la somiglianza ad un altro scooter della stessa categoria che già affolla il mercato, l’Honda SH. I tecnici Suzuki comunque sottolineano le analogie del gruppo ottico anteriore con il GSX-R della stessa casa, e fanno notare la bellezza delle forme stilizzate del supporto predisposto per il bauletto. Effettivamente il retro dello scooter ha una linea più godibile del frontale. Lo scudo poi è leggermente troppo rastremato e permette al vento di passare.

I contenuti tecnici del Sixteen sono brillanti: messo alla prova in mezzo al traffico delle ramblas barcellonesi, ha dimostrato un’erogazione fluida, un impianto frenante potente, un buon settaggio delle sospensioni. Il Sixteen si lascia guidare con facilità: è silenzioso, non vibra ed è molto leggero e maneggevole, permettendo di affrontare il noioso traffico urbano con agilità e senza stress. Lo scooter è ben equilibrato, a bassissime velocità rimane stabile, sempre in piedi senza necessità di tirare giù la gamba.
L’erogazione è progressiva, senza strappi, pronto lo scatto al semaforo e anche la ripresa in mezzo al traffico, mentre la manopola morbida non affatica mai il polso. Ovviamente la versione 150 cc è più generosa, con i suoi 15 cavalli a 9000 giri, un paio in più del modello 125 cc.
La frenata è l’asso nella manica di questo nuovo scooter: i tecnici Suzuki ci avevano avvertito sull’efficacia dei freni a disco di 220 mm sia all’anteriore che al posteriore, uniti al sistema della frenata combinata. Ebbene, il risultato è a dir poco eccellente! L’impianto frenante messo alla prova con un paio di frenate d’emergenza, ha risposto immediatamente e senza sorprese, nel senso che lo scooter rimane attaccato a terra senza scomporsi di una virgola, solo le sospensioni anteriori affondano un pò.
Quest’ultime svolgono egregiamente il loro lavoro, assorbendo bene le asperità di tombini e pavè, anche se il manto stradale barcellonese non mette a dura prova i bikers come quelle italiane.

La capacità di carico del Sixteen è analoga ad ogni altro scooter a ruote alte pensato per la città, con un vano sottosella che ospita un a casco jet, un piccolo portaoggetti nel retroscudo, il gancio portaborse e il bauletto acquistabile come optional. Non sarà facile fare a meno degli accessori, visto che contano anche il bauletto munito di poggiaschiena per il passeggero, il parabrezza e il cavalletto laterale, uno strumento sempre utilissimo.
Ben quattro le colorazioni a scelta: nero, argento, blu Suzuki e bianco. Quest’ultima è la versione più particolare per la vernice perlata che brilla al sole e la sella marrone, una scelta ardita per uno scooter bianco e nero.

Prezzo: Euro 2995 la versione 125 cc; Euro 3145 il 150 cc (franco concessionario, IVA compresa). Non sono previste particolari promozioni.

Alessandra Manieri

GALLERY
SUZUKI SIXTEEN
1
SUZUKI SIXTEEN
2
SUZUKI SIXTEEN
3
SUZUKI SIXTEEN
4
SUZUKI SIXTEEN
5
SUZUKI SIXTEEN
6
SUZUKI SIXTEEN
7
SUZUKI SIXTEEN
8
SUZUKI SIXTEEN
9
   
9 immagini
Motocicliste ® 2000